Active Media Blog

Pensieri & Parole dal team di Active Media

Gino e l'Alfetta - Un inno all'omosessualità

Secondo singolo estratto dall’album Il Latitante di Daniele Silvestri, pubblicato il 13 luglio del 2007, Gino E L’Alfetta ebbe un grande successo radiofonico e fu molto criticato a causa del delicato argomento toccato dalla canzone. Non si può affermare di certo che lo stesso interesse venne registrato nelle vendite del disco; inoltre la canzone non rientrò nemmeno nella Top 20 italiana.


Come si può capire sin da le prime strofe del brano e soprattutto dal video, l’argomento su cui si sofferma Daniele Silvestri è l’omosessualità. L'artista propone il tema dal punto di vista di un uomo, che deve fare i conti con la scoperta, in età matura, dell’attrazione verso un altro uomo.  In questo caso l’uomo, sposato e con una compagna (ovvero la “Maria” del testo)  scopre un attrazione verso il suo compagno di tutti i giorni, il suo partner sul lavoro (nella canzone si riferisce a “Gino”).


La canzone venne usata come inno per il Gay Pride del 2007 a Roma.  In questa occasione il cantante, durante un intervista, dichiara che la decisione della posizione presa in merito all’omosessualità, non è tanto per condannare la posizione della chiesa, che secondo Silvestri potrebbe essere anche legittima, ma quanto per denunciare l’ipocrisia e la posizione che la classe politica prende nel trattare questi argomenti, ovvero il totale menefreghismo sui diritti di una gran fetta dei cittadini italiani.


[youtube http://www.youtube.com/watch?v=RV-4fQQoL80?rel=0&controls=0&showinfo=0&w=640&h=480]

Nel video, girato da Alex Infascelli, oltre a Daniele Silvestri, sono coinvolti Valerio Mastandrea e Daniele Liotti, che a bordo di una “Alfa Romeo” gialla sono ripresi nel vita lavorativa di due poliziotti. Mastandrea scopre l’attrazione verso il compagno, e nel frattempo Silvestri ruba la macchina ai due che sono costretti ad inseguirlo fino ad arrivare al Gay Pride a Roma (il video contiene scene realmente girate alla manifestazione).


Insomma una canzone con tematiche molto delicate, con un testo molto profondo, attori famosi, ritmo coinvolgente, denunce verso la classe politica, inno e bandiera di una comunità, tutti ingredienti che fanno pensare a una canzone di grande successo e spessore, una canzone che avrebbe dovuto essere in cima a tutte le classifiche, ma che per qualche motivo ha fallito e non è riuscita a entrare nel cuore degli italiani.

Continue reading
361 Hits
0 Comments