Sembra di parlare di un'era lontana, ma era solo il 2007. Forse, uno degli ultimi anni in cui un ragazzo di 25 anni appena laureato poteva decidere di lasciare la sua famiglia e andare a vivere da solo a più di 600 km dalla sua città natale, Taranto.

La casa in cui vivevo era piccola per la mia famiglia, così la musica, le cuffie, la radio, divennero il mio rifugio mentre studiavo. Mi aiutavano a concentrarmi. Ma fu quando scoprii i Pink Floyd che la mia vita cambiò: iniziai a suonare (la batteria) e a scavare, scavare, scavare nella musica, cosa che non ho mai smesso di fare

Il programma che conduco su Active Webradio, Progressive Land, nasce proprio da questa esigenza... cercare, scoprire, condividere e meravigliarsi.